Gestire il proprio tempo

Sei ottimi consigli per gestire bene il tempo

Voglio imparare una nuova lingua ma mi manca il tempo. Voglio essere in grado di andare a lavoro, fare le faccende di casa e uscire con gli amici in una giornata ma alla fine perdo sempre un paio d’ore per niente. Mi piacerebbe dedicare la giusta quantità di tempo sia alla cultura che al divertimento in vacanza, ma ci sono sempre troppe cose da fare!

Ti ritrovi in una di queste frasi? Non sei l’unico.

Ecco perché mi sono la briga di mettere insieme un paio di consigli per il time-management che sono sicura troverai utilissimi! Vediamoli insieme!

Manage your time: TO DO list

Il primo metodo per gestire il tuo tempo è la base: affidarsi alle liste.
Prenditi cinque minuti di orologio per scrivere su un foglio di carta le cose più importanti che devi fare in giornata. Limitati a scriverne dalle tre alle cinque, in base a quanto tempo ti porteranno via.
Dividile in categorie per poterle assemblare e svolgere in ordine per una progressione più fluida e facilitata.

Perchè le to do list sono utili?

Ecco una serie di motivi per i quali le liste sono effettivamente un alleato per la produttività:

  • permettono di fare una classifica di priorità e mantenere la concentrazione sulle cose più importanti da fare
  • aiutano a capire quali compiti possono essere delegati
  • creano ordine, sia in testa che nella giornata
  • permettono di tenere sotto controllo lo stress
  • danno una sensazione positiva ogni volta che si completa un punto e si passa al successivo

Manage your time: le cose più importanti per prime!

Hai un pomeriggio solo per prepararti all’esame universitario, finire i compiti, inviare la mail al professore e programmarti il prossimo semestre?
Assicurati di fare tutto in ordine di importanza: ciò che più ti preme e che deve essere fatto subito dovrebbe essere al primo posto nella tua scala delle priorità. In questo modo anche la tua testa sarà libera dallo stress delle scadenze e potrai concentrarti meglio nel gestire tutto quanto.

Manage your time: il lavoro è sempre con te

Un ottimo metodo per gestire al meglio il tuo tempo è approfittare dei momenti della giornata in cui non puoi effettivamente fare niente!
Quando ero studentessa universitaria passavo circa tre ore al giorno in treno, che sfruttavo leggendo i testi dei corsi che seguivo, facendo ricerche e… a volte guardando le mie serie tv preferite al computer! Chiaramente le mie priorità erano altre! Però ricordo di aver letto tutta Anna Karenina in treno!
Il senso è questo: sfrutta i momenti in cui non hai fisicamente possibilità di lavorare per fare quelle cose di contorno che possono aiutarti a svolgere i tuoi compiti al meglio.
Magari devi aspettare un professore per un colloquio? Portati un libro e studia.
Oppure hai una pausa pranzo fuori dall’ufficio? Tieni con te una copia del progetto sul quale stai lavorando e revisionala.
E se guidi? Concentrati! E magari, anziché ascoltare la radio,qualche volta ascoltati un podcast o un audiolibro.

Manage your time: lascia stare il multitasking!

Solo perché riesci a fare più cose contemporaneamente non significa che le stai facendo bene. Devi poterti concentrare su una cosa alla volta per massimizzare la tua performance. Preferiresti svolgere dieci lavori discreti o cinque lavori ottimi? Su cosa metteresti la firma?

Il multitasking è utile solo quando non è necessaria la tua totale concentrazione su una delle cose che stai facendo. Passare l’aspirapolvere in casa mentre si parla al telefono con un’amica e si tiene sotto controllo la cena è accettabile. Studiare per l’esame con in sottofondo l’ultimo episodio della serie tv e la chiamata facetime con il compagno di corso sfiora l’illegale.

Manage your time: evita le distrazioni!

Quante volte mi è capitato di cominciare a studiare, prendere un secondo il telefono, fare un salto sui social network per poi scoprire che avevo perso due ore!
Se invece vuoi imparare a gestire bene il tuo tempi devi saper dare un taglio alle distrazioni. Ognuno ha le sue: chi troppe pagine aperte nel browser, chi il telefono di fianco al libro, chi invece la presenza degli amici nella stessa stanza.
Riconosci le tue distrazioni, eliminale per tutto il tempo necessario e riprendile solo quando hai finito il compito che ti eri dato.

Un aiuto?

Se le distrazioni sono il nostro tallone d’Achille, chiediamo l’aiuto ad un amico o famigliare: affidiamo loro l’elemento di distrazione (il telefono, il computer, il tablet…) e facciamocelo restituire solo quando avremo completato l’obiettivo che ci eravamo posti. Ci serve la tecnologia? Disattiviamo internet per un po’. Oppure sfruttiamo una app che ci blocca i messaggi in arrivo o certi siti che potrebbero essere dannosi alla nostra produttività.

Manage your time: piccole interruzioni

Il tuo cervello non è una fabbrica che lavora 24/7. Sei umano e hai bisogno di concederti delle piccole interruzioni e pause.
Come fare? Pianifica il tuo tempo a disposizione e programmati con delle sveglie. Dieci minuti di pausa basteranno, il tempo di un caffè. Saranno quei dieci minuti che ti terranno in forze e carico per una nuova sessione di studio o lavoro.

A proposito di tempo…

Questo mese io e il mio blog siamo diventati Ambasciatori degli orologi Capitola! Sono particolarmente entusiasta di questa cosa perché è un marchio che apprezzo per la sua eleganza e semplicità. Fate un salto sul loro sito web, non ve ne pentirete! Usando il mio codice HOMEMADE15 avrete il 15% di sconto sul vostro carrello! Let me know!

Se ti è piaciuto questo articolo, sicuramente ti piaceranno questi altri:

7 steps to build your positive mental health

Che cervello hai?

Cosa significa studiare inglese?

Gestire bene il tempo