Speaking

Le skills sotto esame – SPEAKING

Si parla spesso di skills, o abilità, della lingua. Si dà per scontato che tutti sappiamo esattamente quali sono, come svilupparle e dove migliorare. Ma è davvero così? In questa serie di quattro articoli metteremo le skills sotto esame.

Quali sono le principali difficoltà? Quali i consigli per migliorare e crescere nell’apprendimento di una lingua straniera? Ognuno dei quattro articoli che seguiranno prenderà in esame queste domande e offrirà una visione d’insieme dell’abilità vista al microscopio.

Come prima skill abbiamo esaminato il listening.

Poi ci siamo concentrati sul reading.

Oggi punteremo l’obiettivo sullo speaking.

Continue reading
Paura dello speaking

Superare la paura dello speaking in quattro passi

Conosco bene quella sensazione: siete davanti al vostro amico o insegnante madrelingua, avete capito tutto quello che ha detto, conoscete bene l’argomento di cui state parlando e… avete paura di dire la vostra.

Quando si tratta di parlare in inglese non c’è verso! La paura si impossessa di ognuno di noi! Questo perché non è come il writing, dove possiamo ragionare su quello che stiamo scrivendo, o cancellare e modificare le nostre frasi senza che nessuno se ne accorga. Non è come il reading, dove se leggiamo giusto o meno non importa a nessuno perché è nella nostra testa.

Lo speaking spaventa tutti, anche i più esperti. E quindi, come superare la paura di parlare? Ecco alcuni step da non sottovalutare:

Continue reading

Cosa significa studiare inglese?

Sono in molti ad elencare i motivi per cui studiare l’inglese. Ma non dovrebbe essercene bisogno. Conoscere, studiare, imparare dovrebbero essere delle costanti nella nostra vita così come lo sono mangiare, dormire, sorridere. Si cresce sempre, in tutte le direzioni, in tutti i campi. L’inglese potrebbe essere uno di questi.

Ecco cosa significa impegnarsi nello studio dell’inglese.

Continue reading

Tutti i tempi verbali inglesi

L’errore più grande da fare quando si parla di verbi in inglese è creare una tabella per accoppiare i tempi verbali inglesi con quelli italiani. È inutile perché nessuno si ricorderà mai le coppie e il tutto sarà solo un’altra cosa da ricordare oltre a ciò che è veramente necessario. È invece ragionevole capire dove fissare ogni tempo verbale sulla linea del tempo, per quali azioni e quali momenti.

Di seguito vedremo ogni tempo verbale con il suo nome proprio in inglese, quando sceglierlo rispetto agli altri e un paio di esempi per contestualizzare il tutto.

Continue reading