Differenze tra verbi

Differenze tra verbi simili

Spesso per noi italiani è più facile. Diciamo “cominciare” o “iniziare” e poco ci cambia. Tra “concludere” e “finire” la differenza non è enorme, e ci capiamo lo stesso. Ma in inglese, ci sono alcune differenze tra i verbi che vengono usati che sono sostanziali e che determinano l’uso che ne viene fatto all’interno di una frase.

Vediamo gli esempi dei verbi più comuni e utilizzati e impariamo a capirne le particolarità.

Start vs begin

Cominciamo, per l’appunto, con qualcosa di semplice.

To start e to begin si traducono con “iniziare”. Quindi dove sta questa grande differenza? To begin è più formale di to start, ma non solo: è anche un verbo irregolare: begin, began, begun. Per vedere i vari verbi irregolari, rileggi questo articolo.

Let’s start the lesson! / Cominciamo la lezione!

Yesterday the lesson began at 3 o’clock. / Ieri la lezione è cominciata alle tre.

Un’altra differenza: to start viene usato quando si parla di macchine elettriche e la creazione di business.

I swear! I saw the boiler start on its own! / Lo giuro! Ho visto il bollitore partire da solo!

Come vs go

Qual è la differenza tra andare e venire in italiano? La stessa che c’è tra i verbi to come e to go in inglese.

To come/venire viene usato per descrivere movimento tra chi parla e chi ascolta, o tra il posto dove chi parla è e il posto dove si trova chi ascolta.

Wait for me! I’m coming! I’ll be there in a couple of minutes! / Aspettami! Sto arrivando! Sarò là tra un paio di minuti!

To go/andare, invece, viene usato per descrivere movimento da un posto ad un altro, dove né chi parla né chi ascolta è.

Last Summer we went to Scotland and we loved it! / La scorsa estate siamo andati in Scozia e ci è piaciuto moltissimo!

C’è una piccola eccezione alle regole viste sopra: quando parliamo di una terza persona, usare il verbo to come o to go è abbastanza indifferente.

She came back home.

She went back home.

Entrambe le frasi qui sopra si traducono con: “Lei è tornata a casa.”

Look vs see vs watch

Anche in questo caso le differenze sono curiose e interessanti. Vediamole una ad una.

To look significa guardare, nel senso di dirigere gli occhi in una direzione e prestare attenzione ad una certa cosa.

Attenzione! Tra il verbo e il complemento oggetto bisogna sempre mettere la preposizione at! 

Look at that eagle flying! / Guarda quell’aquila che vola!

To see, invece significa vedere, o notare qualcosa con i propri occhi. È un verbo irregolare: il paradigma è see, saw, seen.

I had seen her before, but I couldn’t remember where. / L’avevo già vista prima, ma non riuscivo a ricordarmi dove.

Il verbo inglese to watch è simile a to look, ma implica un periodo di tempo, specialmente quando la cosa guardata è in movimento o cambia nel tempo. Non può essere usato per cose che non potremmo vedere senza impegno (es: andare in una foresta e vedere un lupo).

I’d like to watch a film with you. / Vorrei guardare un film insieme a te.

Hear vs listen

Come in italiano, la differenza tra ascoltare e sentire è sostanziale.

Sentire, o to hear in inglese, è un evento che succede come processo naturale.

I hear music coming from you room. / Sento della musica provenire dalla tua stanza.

Ascoltare, o to listen, è invece un’azione fatta coscientemente.

Attenzione! Dopo questo verbo e prima del complemento oggetto bisogna usare la preposizione to!

What kind of music do you like listening to? / Che tipo di musica ti piace ascoltare?

Si possono usare entrambi in base all’enfasi che vogliamo dare alla frase.

Can you hear me? / Mi senti?

Are you listening to me? / Mi stai ascoltando?

End vs finish

Anche i verbi to end e to finish hanno un significato simile. Quello che cambia è l’enfasi che si vuole dare.

Il verbo to finish viene usato per dire che qualcosa che stavamo facendo è stato completato. L’enfasi è posta sul preciso periodo di tempo entro il quale l’azione viene completata.

After three hours, I menaged to finish writing my thesis! / Dopo tre ore, sono riuscito a finire di scrivere la mia tesi!

Il verbo to end, invece, è usato principalmente per dire che il termine di una certa azione è significativo ed è risultato in una certa forma o conclusione.

Our friendship ended up in a relationship. / La nostra amicizia si concluse in una relazione.

Un’altra differenza: il verbo to finish può essere seguito da un verbo dalla forma in -ing ma non da to+infinito. Il verbo to end da nessuno dei due.

Talk vs speak

Entrambi questi verbi possiamo tradurli con “parlare”. Allora, dove è la differenza?

To speak è più formale di to talk.

Ma mentre il verbo to speak si focalizza solo sulla persona che parla, to talk di contro si concentra su due persone: chi parla e almeno uno tra gli ascoltatori. To talk può significare “fare conversazione”.

I was speaking to him just a second ago! / Gli stavo parlando giusto un secondo fa!

We were talking, then you came in. / Stavamo parlando (facendo conversazione), poi sei arrivato tu.

Alcune particolarità sul verbo to speak:

  • Lo si usa quando si parla al telefono,

This is Emma speaking. / Sono Emma. (Rispondendo al telefono.)

  • E per riferirsi alle lingue parlate.

I can speak Cantonese. / So parlare il cantonese.

Do vs make

Questi due verbi così simili sono in realtà molto diversi per quanto riguarda i loro utilizzi. Ho scritto un articolo molto dettagliato a riguardo. Lo trovate cliccando sul link sopra queste parole.