Cosa mangiare in scozia

Cosa mangiare in Scozia

Potrei dire che viaggio per mangiare, e non mentirei. Per ogni viaggio che ho fatto, avevo prima stilato una lista di piatti tipici e snack del posto che non avrei potuto perdere. Quindi questo articolo, “Cosa mangiare in Scozia”, è la naturale conseguenza dell’aver comprato i biglietti tanto tempo fa.

Tutti i cibi descritti sono stati trovati e felicemente assaggiati dalla sottoscritta. Il mio stomaco non ha mai sofferto nella scrittura di questo articolo.

1. Haggis

Ne ho già parlato nell’articolo “8 cose da sapere prima di andare in Scozia”. L’haggis è l’immagine perfetta di tutto quello che non vorrei mangiare mai: tritato di interiora di pecora con cipolla e spezie varie, insaccato nello stomaco della stessa.

Eppure, si viaggia anche per conoscere nuove cose, dalla cultura del posto alle tradizioni culinarie… e l’haggis è considerato il piatto tipico della Scozia!

L’ho assaggiato finalmente a Oban e questo è il mio verdetto finale: wow! È sorprendentemente buono e per niente forte come gusto! Che dire, da provare per credere!

2. Millionaire’s shortbread

È un dolcetto tipico del Regno Unito formato da tre strati sottili uno sopra l’altro: alla base il biscotto friabile chiamato shortbread, poi uno strato di caramello e infine uno di cioccolato.

Provare per credere: se a prima vista non sembra niente di che e lo strato di caramello sembra così esagerato da lasciar perplessi non pochi, al primo morso verrete conquistati.

3. Crumpets

Come descrivere i crumpets? Li mangiavo a quasi ogni colazione in Inghilterra. Sono queste focaccine bucherellate, di consistenza molto morbida (quasi gommosa?) con il fondo piatto. Lo zio inglese che mi ha introdotta alla cultura britannica me le serviva calde di tostatura, con uno strato di burro salato sopra. Il burro si scioglieva e finiva nei buchini… Le più buone del mondo!

Anche in Scozia si usano, e non vorrete sicuramente perdervi l’occasione di assaggiarle!

4. White cheddar cheese

Questo è uno dei formaggi preferiti di mio marito, quindi ogni volta che andiamo in Regno Unito ci assicuriamo di portarne un pezzo a casa.

Il cheddar, nato in Inghilterra ma ormai rappresentante dell’intero Regno Unito, è un formaggio di pasta dura. Varia di colore dal bianco (o meglio, giallo pallido), all’arancione carico. Il gusto è forte e molto deciso, niente per palati delicati!

Noi lo mangeremmo con qualsiasi cosa, ma viene principalmente usato in ricette come Mac and Cheese, negli hamburger e con le patate!

5. Porridge

Ho già scritto un articolo a riguardo molto tempo fa, dove condividevo anche la ricetta per il porridge perfetto e le sue qualità. Lo trovate cliccando il link su queste parole.

Io so per certo che ogni volta che volo in Regno Unito mi capita di fare almeno una colazione con il porridge e anche questa volta non è stata un’eccezione. Fermandoci poi in bed&breakfast più caserecci, era abbastanza scontato che ce lo saremmo trovati davanti!

Il porridge è una pappetta di fiocchi d’avena e altri ingredienti a scelta di chi lo mangia, tra i quali possono esserci miele o zucchero per addolcire, frutta fresca o marmellate, cioccolato e frutta secca o spezie. Può piacere come no, io cambio idea ogni volta che lo mangio.

6. Tunnock’s tea cakes

Immaginate un biscottino rotondo e piatto molto friabile, come un digestive, con sopra una cucchiaiata di panna bianca, il tutto ricoperto da un sottile strato di cioccolato. Esageratamente dolce per chi non ama il genere come me; di contro, mio marito lo ha trovato buonissimo. Sono chiamate “tortine da tè” proprio perché andrebbero servite con un tè nero amaro e un goccio di latte.

7. Meat pies

Niente di più semplice e gustoso di una tortina salata dalla pasta friabile ma croccante, ripiena di carne di vario genere, a volte anche con haggis. Se state pensando alle meat pies del film Sweenie Todd, non state sbagliando: l’unica differenza con le loro, è che quelle che abbiamo mangiato noi in Scozia erano legali, sia da vendere che da mangiare!

8. Fish supper

Altrimenti chiamato fish and chips! Questo piatto tipico del Regno Unito è una necessità ogni volta che ci andiamo. Ci era stato consigliato di mangiarlo al porto, se ne avessimo avuto l’occasione.

Cosa è? Asinello fritto con patatine con buccia, servito con una spruzzata di limone, o più comunemente aceto, e un pizzico di sale. Un piatto semplicissimo, ma anche caratteristico e delizioso, soprattutto se gustato nei pressi di un porto e con il profumo della salsedine nelle narici. Noi l’abbiamo mangiato in un pub a Ullapool e sulla banchina a Portree, senza posate e con solo le mani: tutti gli ingredienti, inclusi il vento, i gabbiani e il sole in faccia, erano al loro posto. Un sogno!

9. Whisky

La Scozia pullula di distillerie, c’è solo l’imbarazzo della scelta!

Che il whisky come alcolico piaccia o meno, una visita o un tour guidato in una distilleria è un’esperienza da non perdere. Capire come si produce il whisky, il processo di lavorazione e di invecchiamento lungo anni e venir guidati nella degustazione sono solo alcuni dei passi di un tour medio, che si solito si conclude nello shop.

Io non sono un’appassionata di whisky, preferisco il gin. Ciò non toglie che sia tornata dalla Scozia con sette bottiglie differenti da regalare ad amici e parenti (ma le più pregiate ce le siamo tenute per noi!).

10. Shortbread

Ne avevo già parlato nell’articolo sui souvenir non comuni da Londra, ma lo ripeto anche qui, soprattutto perché questi biscotti sono effettivamente originari dalla Scozia.

È un biscotto tipico che si trova solitamente in tre formati: fingers (dall’alto spessore e rettangolari), rounds (i classici biscotti rotondi) e petticoat tails (praticamente un unico enorme biscotto da dividere in spicchi). Questa volta abbiamo comprato sia i fingers che i rounds.

11. Butter tablet

L’ho cercata e trovata abbastanza facilmente in un supermercato di basso livello a Inverness. Per la bellezza di una sterlina, mi sono portata a casa questa barretta fatta con zucchero, latte condensato e burro: un dolcetto tipico della Scozia.

Cosa la differenzia dal più comune fudge? La sua consistenza: più granulosa e friabile, più dura del fudge ma più morbida delle caramelle classiche.

Come ho già scritto, non sono una fan dei gusti dolci, quindi non sono rimasta entusiasta dell’acquisto, ma sono comunque stata contenta di averla scovata e assaggiata.

12. Scones

Gli scones sono la prima immagine che salta alla mente quando si pensa alla colazione scozzese. Questi panini dolci, friabili e grandi poco meno di un pugno, presentati con panna, burro salato e marmellata di frutta, sono la fine del mondo, ma attenzione se avete lo stomaco piccolo: ne basta la metà per soddisfare l’appetito!

13. Deep-fried Mars bars

Cosa? Esattamente quello che sembra: barrette Mars fritte nella pastella!

Non avevo mai sentito parlare di questo snack: mi è stato consigliato dalla mia migliore amica pochi giorni prima della partenza. Era stata a Edimburgo qualche anno prima di noi e le aveva assaggiate in città.

“Devi assolutamente provarle”, mi ha detto, e io ho pensato che tanto al nostro ritorno ci saremmo fatti una dieta detox per purificarci da tutto quello che avremmo mangiato, quindi tanto valeva aggiungere queste barrette in lista… ma non le abbiamo trovate da nessuna parte! Forse non abbiamo cercato bene?

 

Approfitto di questo articolo per ricordarvi che con la newsletter di settembre arriverà una guida della Scozia + diario di viaggio basata sul nostro itinerario. Questo pdf di 30+ pagine non verrà condiviso tra qualche mese nel blog, quindi la vostra unica occasione per riceverlo è assicurarvi di essere iscritti alla newsletter.