Pro essere bilingue

I pro dell’essere bilingue

Questo articolo è il rovescio della medaglia di un articolo precedente: Le difficoltà dell’essere bilingue.

Crescere bilingue è una porta aperta in più nel Mondo. Da bambini forse non ci si rende conto del bagaglio culturale che già si ha; si comincia a scoprirlo e apprezzarlo una volta cresciuti un po’.

Curiosi di sapere come potrebbe essere la vita una volta raggiunto un livello ottimale di inglese? Di seguito troverete alcuni dei benefici del parlare fluentemente almeno due lingue.

1. Una mente più aperta

Molti studi hanno dimostrato che le persone bilingue vedono il mondo con occhi diversi. Hanno una mente più aperta e sono meno colpite dai cambiamenti nella loro vita. Più lingue si sanno e più vocabolario si possiede per descrivere la realtà circostante, quindi maggiore è la quantità di cose e situazioni percepite.

2. Maggiori opportunità sociali

Inutile spiegare perché conoscere una lingua in più possa permettere di viaggiare senza troppi problemi, è ovvio. Ma i benefici non si limitano ai viaggi.

Sempre più posizioni lavorative richiedono una seconda lingua a livello superiore di quello elementare.

Ho visto ottimi candidati venir scartati perché possedevano un livello scolastico di inglese. Il livello scolastico italiano purtroppo non basta più.

Ma non solo: per le persone sociali sarà ancora più facile fare amicizia con non-italiani. Conoscere più lingue è veramente un collegamento con potenzialmente chiunque nel mondo.

3. È più facile imparare altre lingue

Se si conoscono due lingue, perché non farne tre? O arrivare a quattro?

Se credete che due lingue siano abbastanza, conosco persone che sono cresciute bilingue, ne hanno imparate altre due a scuola e ancora altre due all’università! Impossibile? Proprio no!

Con il tempo, imparare nuove lingue diventa un gioco, un hobby. Si notano le somiglianze e le differenze tra di esse e diventa più facile apprendere e ricordarle.

4. Memoria da elefante

Conoscere gli stessi vocaboli in più lingue porta a ripeterli più spesso, il che aiuta il cervello a mantenersi allenato ed elastico in materia di memoria. Forse non è un chissà quale beneficio, ma allenare la memoria presto aiuta a prevenire demenza e altre difficoltà portate dalla vecchiaia.

5. Multitasking

Chi è bilingue è maggiormente predisposto ad imparare e migliorare velocemente, perché è abituato a gestire due o più lingue nella propria testa. Questo porta come conseguenza una maggiore capacità nel multitasking, ovvero nel gestire due o più compiti contemporaneamente.

Conoscere più lingue attiva diverse connessioni neurali nel cervello che aiutano a mantenere la mente più attiva e giovane, predisposta all’apprendimento e pronta allo svolgimento delle mansioni richieste.

6. Maggiore cultura

Inutile dire che imparare una nuova lingua permette di affacciarsi ad una nuova cultura. Più vocabolario impariamo e più definizioni sappiamo dare alle cose, più sappiamo descrivere la realtà circostante in maniera diversa e complessa.

Affacciarsi ad una lingua significa aprire la porta su una nuova cultura, a tratti simile alla propria e a tratti completamente diversa. Imparare una nuova lingua equivale ad imparare a conoscere le persone di un’altra parte di mondo.