difficoltà di essere bilingue

Le difficoltà dell’essere bilingue

So bene che già dal titolo di questo articolo potrei scatenare un polverone di polemiche.

Esistono delle difficoltà nell’essere bilingue? Un blog di insegnamento della lingua inglese che parla di quanto difficile sia parlare fluentemente almeno due lingue? È forse una presa in giro?

Assolutamente no!

Questo articolo serve per stimolare la vostra curiosità: vi siete mai chiesti o avete mai pensato “ah, se solo conoscessi l’inglese da sempre…”?

Don’t get me wrong, essere bilingue equivale ad avere una marcia in più quando si tratta di viaggiare, conoscere gente nuova e trovare un lavoro. Ma ci sono anche dei contro. Una volta letti, vedrete che sono più capricci superflui che vere e proprie difficoltà, ma questo potrebbe spingervi a studiare ancora di più! Se questo è il prezzo da pagare…

Vediamoli insieme!

1. Confondere le due lingue

Quante volte mi è capitato di sentir dire “Polandia” al posto di “Polonia” (in inglese Poland) da anglofoni rsidenti in Italia! Oppure che erano “confidenti” quando volevano dire che si sentivo sicuri (confident) di una cosa!

Confondere le lingue parlate è per un bilingue un imbarazzo quotidiano, soprattutto quando succede davanti a professori o titolari di lavoro.

2. Dimenticare parole nella lingua madre

“Come si dice [frase o parola in inglese]?”

“Ma cosa è quello, come si chiama?!”, indicando il comodino di fianco al letto.

Queste sono le domande che molti bilingue fanno almeno un paio di volte a settimana.

Più si utilizza una lingua e più si cominciano a confondere le parole in testa, fino a dimenticarne alcune. È una cosa assolutamente normale, ma infastidisce (e diverte) ogni volta.

3. Le persone

Soprattuo se si è introversi, le persone saranno sempre il più grande ostacolo. Perché?

Immaginate la scena: in una conversazione totalmente normale con un gruppo di amici il discorso cade sul fatto che uno parla anche una seconda lingua e spunta sempre fuori quello che esclama: “sai davvero parlare russo/tedesco/spagnolo? Dimmi qualcosa!”

E i bilingue vanno nel panico. Qualcosa, cosa?

È nei momenti come questo che il livello di inglese passa da C1 a A1. Cosa si risponde ad una domanda del genere? Quando è successo a me, l’ho sempre scampata con un: “ciao, mi chiamo Laura”.

4. I film doppiati diventano noiosi

Esperienza personale: non vado più al cinema con i miei amici da anni perché finisco sempre per rovinare il film con commenti come “la voce originale dell’attore rende molto di più” oppure “in inglese questa parte è sicuramente più divertente”, mentre provo a tradurre un gioco di parole in un’altra lingua. Oppure quando ci sono conversazioni in lingua russa sottotitolata, passo per la saputella di turno quando aggiungo le parti mancanti di dialogo.

Le serie tv, i film e i documentari che guardo sono sempre solo in inglese, il che mi restringe il cerchio di amicizie quando si tratta di condividere una serata tra divano e pop corn.

Ed è così per tutti quelli che hanno imparato a guardare i film in lingua originale. Il doppiaggio italiano resta uno dei migliori sul campo, ma proprio non va giù non sentire la voce originale quando si era abituati a riconoscerla.

5. Prendere appunti è uno sforzo di concentrazione

Spesso si prendono appunti quando si è soprappensiero, di fretta o troppo concentrati su altro. Per i bilingue a volte diventa una sfida quando si tratta poi di condividerli con altri.

Mi è capitato di trovarmi tra le mani appunti presi in tre lingue diverse, magari perché una parola rendeva meglio in una lingua piuttosto che in un altra, o perché nel momento della scrittura si stava pensando in una lingua differente.

Diventa uno sforzo e un atto di violenza mentale obbligarsi a pensare in una lingua quando si è abituati a farlo in due o più.

6. Due personalità

Sono in molti a dire di avere più personalità in base a queste lingue parlano. È una questione psicologica e molti studi hanno comprovato questa cosa.

Attenzione, non stiamo parlando di sindrome della personalità multipla alla Dr. Jekyll e Mr. Hyde! Le sfumature di personalità sono spesso lievi e dipendono tutto dalla percezione che la persona ha di sé.

Curiosi? Mi è piaciuto molto questo articolo a riguardo.

Conclusione

Anche a voi capita di trovarvi in una di queste situazioni? Se non ora, è probabile che vi ci troviate in un non troppo lontano futuro. Fatemi sapere se vi è già successo, se vi piacerebbe, se non siete ancora convinti che queste siano delle vere difficoltà con un commento a questo articolo! A presto!