Intervista a Francesca di @british_pills

L’articolo di oggi è speciale: un’intervista a Francesca di @british.pills.

Chi è Francesca? Ci siamo conosciute su instagram, riconoscendo nei nostri profili un’evidente passione per la lingua inglese. Francesca sta studiando per diventare interprete, mediatrice e traduttrice e ci aiuterà a capire questo universo interessante che si affaccia sulle lingue straniere con entusiasmo e intraprendenza.

Ma lasciamole la parola e conosciamola un po’!

Iniziamo con una breve presentazione!

Ciao! Mi chiamo Francesca, ho 22 anni e amo viaggiare, la letteratura (che sia italiana o straniera), l’arte (sopratutto quella a cavallo tra 1800 e 1900).

Mi piace anche leggere, allenarmi in palestra, mangiare sano e meditare.

Quando è nata la tua passione per le lingue straniere e come?

Penso che la mia passione non sia nata da un giorno all’altro ma sia sempre vissuta dentro di me! Provengo infatti da una famiglia “multiculturale”: mia mamma ha origini argentine ma in famiglia ho anche uno zio tunisino, una zia ucraina e una svizzera. Io sono nata e cresciuta a Milano ma mi ha sempre affascinato moltissimo ascoltare lingue differenti e mi arrabbiavo un sacco quando sentivo qualcuno parlarle e non riuscivo a capirlo. Quando ero piccola mia mamma mi comprò una cassetta di Topolino “Magic English”: la guardavo e  la riguardavo in continuazione, ne ero stregata.

Che studi hai intrapreso e come credi che ti abbiano aiutato?

Ho studiato presso il liceo linguistico Falcone e Borsellino, dove ho scoperto di amare la letteratura e l’arte e dove ho studiato inglese, spagnolo e francese. Ho proseguito poi con l’Università IULM in cui sto studiando “Interpretariato e Comunicazione”, però con una nuova lingua: il tedesco! Qui ho capito che la lingua rispecchia la sua cultura origine.

In cosa consiste il tuo lavoro?

Sto studiando per diventare un’interprete, mediatrice e traduttrice. La differenza principale sta nel fatto che i primi due lavorano oralmente, con metodi differenti, mentre per l’ultimo si tratta di qualcosa di scritto.

Da un anno svolgo lavori di traduzione: ho lavorato nel campo cosmetico, della moda, legale e ho tradotto i sottotitoli di diversi video per un canale Youtube.

Quando si pensa al traduttore ciò che viene in mente è il classico Google Translate ma chi svolge questo lavoro non lo fa meccanicamente: si devono prendere in considerazione i fattori culturali o bisogna adattare il testo al pubblico a cui ci stiamo rivolgendo. Ad esempio, se devo tradurre un articolo scientifico non utilizzerò un linguaggio semplice come se dovessi tradurre una favola per bambini, proprio per questo si parla di “mediare” o “interpretare” perché tutto si deve adattare al contesto.

Hai consigli per gli studenti di lingue?

Leggete, leggete, leggete! Per apprendere una lingua, oltre andare sul luogo in cui si parla, bisogna fare ogni giorno un piccolo sforzo, aprire un giornale online e leggere qualche notizia, guardare anche serie tv o ascoltare podcast in lingua originale è molto utile!

Quale “segreto” vuoi svelare per chi si approccia per la prima volta allo studio di una lingua straniera?

Non è una passeggiata perché se si vuole capire realmente una lingua non basta studiare le regole grammaticali, bisogna prendere in considerazione la sua cultura e la sua storia.

Ultima domanda: quali sono le tue lingue preferite e perché?

Nella mia vita ho imparato: italiano, spagnolo, inglese, francese e tedesco… sicuramente non mi fermerò qui, mi piacerebbe imparare russo, portoghese e giapponese.

Le mie preferite per ora sono proprio l’italiano perché penso che abbiamo tantissime parole e sfumature, lo spagnolo perché è una lingua “fluida” (se pensi allo spagnolo infatti ti vengono in mente persone pacate e allegre) e poi c’è il grande amore, l’inglese! Non c’è bisogno di spiegarlo, hai mai sentito parlare un londinese? Ecco, questo è il motivo.

 

Che dire, Francesca ci ha davvero aiutati a guardare lo studio delle lingue e della traduzione con occhi diversi, meno spaventati. Ringraziandola, vi invito a seguirla sul suo account instagram e a lasciarle un messaggino di incoraggiamento!

You go, Francesca!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*